E’ iniziata ufficialmente la gara di TOP DJ! Dopo le due puntate di casting siamo entrati nel vivo della competizione e per i dieci concorrenti rimasti inizia la vera sfida per aggiudicarsi un contratto discografico con Sony Music. I tre giudici hanno diviso i concorrenti in due gruppi e i primi a sfidarsi sono stati Manuel Rotondo, The Lumberjack, Georgia Lee, Andrea Bzilla e The Perseverance. Ogni puntata è caratterizzata da un tema musicale. Si parte con “Dance Graffiti”, il periodo storico che inizia con la disco music degli anni ’70 per finire con la new wave degli anni ’80.

topdj_selecta

PROVA DI SELEZIONE – Nella prova di selezione gli aspiranti TOP DJ hanno dovuto dimostrare ai giudici, oltre alla tecnica, cultura musicale dovendo mixare in un minuto e mezzo tre brani rappresentativi di quel periodo storico scelti da un muro di trenta copertine. Il nervosismo gioca un brutto scherzo a Manuel Rotondo. Alcuni screzi avvenuti fuori dalla consolle con Andrea Bzilla hanno fatto salire la tensione tra i due. Il peggiore della prova di selezione è stato proprio Andrea BZilla che dunque dovrà giocarsi la permanenza nel programma nella sfida finale contro il peggiore della prova creativa. Il migliore di questa prima prova di selezione è stato The Perseverance.
topdj_radio-deejay-music-room

LABORATORIO – Manuel Rotondo, Giorgia Lee, The Lumberjack e The Perseverance sono i primi concorrenti di TOP DJ ad entrare nella Radio Deejay Music Room dove, in un’ora di tempo ciascuno e con la consulenza tecnica di Fabio B e quella artistica del producer internazionale Alex Gaudino, hanno dovuto rielaborare alcuni sample di brani famosi degli anni ’70 e ’80 per produrre una traccia musicale di un minuto e mezzo e alo stesso tempo creare insieme a Sergio Pappalettara e al suo team creativo l’aspetto visual della performance. The Perseverance, in quanto migliore della prova di selezione, ha optato per un bonus di mezz’ora a suo favore e quindi ha avuto a disposizione un’ora e mezzo di tempo per preparare la prova creativa.

topdj_prova

PROVA CREATIVA – Di fronte ai tre giudici e al super ospite della puntata Claudio Cecchetto, è Maunel Rotondo a rompere il ghiaccio. Poi tocca alla dubstep di The Lumberjack, alla nu-disco di Giorgia Lee e alle atmosfere black di The Perseverance accompagnato sullo sfondo da due grandi seni. Secondo i giudici The Persevarance e Manuel Rotondo sono i migliori della prova creativa, mentre il peggiore risulta essere The Lumberjack, reo di aver usato poco il sample scelto.

IL PRIMO ELIMINATO – Il peggiore della prova di selezione, Andrea BZilla e il peggiore della prova creativa The Lumberjack si sono sfidato sul palco di TOP DJ nella sfida finale durante la quale hanno dovuto interpretare a modo loro la parte vocale di “Bad” di Michael Jackson brano che simbolicamente chiude l’era “Dance Graffiti” per aprirne una nuova, quella del pop. Il primo concorrente a lasciare la consolle di TOP DJ è Andrea Bzilla.
topdj_zilla

ISCRIVITI ALLA FANPAGE:

Articoli Correlati

Comments are closed.

SOCIAL