top-dj-kaskade-biografia-curiositàDieci album all’attivo, due nomination ai Grammy e membro del gruppo house Late Night Alumni: Kaskade ne ha fatta di strada dal primo singolo “What I Say” pubblicato nel 2001 alla top ten dei DJ più pagati nel 2014 (si è posizionato ottavo).

Ma non sono queste le curiosità che vi faranno esclamare “davvero?!”, perchè pochi sono così lontani dal classico cliché del DJ come Ryan Raddon (è questo il suo vero nome). Leggere per credere:

1. Nato a Chicago nel 1971, ora vive a San Francisco con la moglie Naomi – conosciuta ai tempi delll’Università – e le loro tre figlie.

top-dj-ryan-raddon-kaskade

2. Ha scelto il suo nome d’arte guardando la copertina di un libro che raffigurava, appunto, una cascata. Inizialmente era Cascade, ma secondo la moglie Naomi sembrava un detervivo per piatti, ha così cambiato lo spelling in Kaskade.

3. A 19 anni è andato in missione in Giappone. No, non una cosa alla SWAT: una missione di fede. Kaskade appartiene alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, in tre parole: è un Mormone.

4. Per diffondere il suo credo, non bussa alla porta in camicia bianca e cravatta come i suoi “colleghi di fede” ma usa la sua musica: la parole dei brani nell’abum Atmosphere hanno come tema il Mormonismo.

5. Ha usato la sua missione in terra nipponica anche per imparare la lingua: una volta tornato negli States ha fatto la guida turistica per i giapponesi in viusita a New York.

6. Nel suo iPod c’è posto per il K-Pop, ovvero il pop che arriva dalla Sud Corea. “Mi piacciono i BIGBANG”. Eccoli serviti:

VIDEO: BIGBANG – FANTASTIC BABY

7. Mentre sorseggerete il vostro Vodka Lemon al prossimo set di Kaskade, ricordatevi che lui non ha mai toccato un alcolico in vita sua (o almeno così ha detto): “Prima di salire sul palco mangio pop-corn al caramello e bevo una Coca light”.

8. Nel 2011 ha dato appuntamento via Twitter – “Me+Big Speakers+Music=Block Party!!!” – ai suoi 92mila follower: l’intenzione era di radunare un centinaio di persone davanti al Chinese Theater per un set improvvisato. Nella realtà si sono presentate migliaia di persone, la polizia ha chiuso Hollywood Boulevard e i tg americani hanno subito inviato gli elicotteri per le riprese dall’alto in stile inseguimento.

VIDEO: KASKADE BLOCK PARTY

9. Ha collaborato con Deadmau5 ( “I Remember” e “Move For Me”) ma i due sono amici anche fuori dallo studio di registrazione e molto spesso cinquettano su Twitter.

10. Noah Tepperberg, il guru della nightlife newyorkese che possiede tra gli altri il Marquee e il Lavo, lo ha chiamato per suonare alla sua festa di compleanno nel 2011.

ISCRIVITI ALLA FANPAGE:

Articoli Correlati

Comments are closed.

SOCIAL