Per chiudere subito il conto con la storia bisognerebbe ascoltarsi un qualsiasi disco di Afrika Bambaataa & Soul Sonic Force, basterebbe anche il classico “Planet Rock”. Era musica elettronica o rap? La verità è che i due generi corrono da sempre su un binario parallelo che, a dire il vero, da qualche anno si incontra anche molto volentieri. E’ la contaminazione, la street culture che ha profondamente influenzato la musica da ballo moderna perché poggia su alcune caratteristiche, sia culturali che tecniche, alla base della preparazione di un vero TOP DJ: sampling e scratching. Quella dell’hip hop è una storia nobile, lunga e complicata che parte da molto lontano. 

In the beginning…Ecco i passaggi fondamentali da ripassare prima di sintonizzarsi Martedì alle 22:45 su Sky Uno HD.
top-dj-hip-hop

KOOL HERC

E’ il 1973 e Kool Herc organizza al 1520 di Sedgwick Avenue nel Bronx di New York alcune feste “after-school” dove ascolta con i suoi amici writers e bboys i vinili del padre. Kool Dj Herc utilizza una tecnica chiamata “Merry-Go-Round” con la quale allunga le parti percussive dei dischi in modo che si potesse ballare di più. E’ l’inizio dei breaks.

WILD STYLE

New York, anni ’80. Zoro è un giovane writer del ghetto che trascorre le sue giornate a dipingere i vagoni della metropolitana finchè un giorno un ricco mecenate lo scopre e lo aiuta ad uscire dal ghetto. Sembra la trama di un film e infatti lo è. Si chiama “Wild Style” ed è stato diretto nel 1983 da Charlie Aheran. La pellicola è considerata un elemento fondamentale per lo sviluppo e la conoscenza della cultura hip hop tanto che parecchi album di riferimento come “Illmatic” di Nas, “Midnight Marauders” degli A Tribe Called Quest, “Black Sunday” dei Cypress Hill o “Check Your Head” dei Beastie Boys, hanno utilizzato moltissimi sample provenienti dalla colonna sonora del film.

FIGHT THE POWER!

Nel saggio “Fight the Power: Rap, Race, and Reality” (combatti il potere: rap, razza e realtà), Carlton Douglas Ridenhour sostiene che “la musica, l’arte e la cultura sono una forma di estraniamento, e l’estraniamento è salutare per le persone, tirandole fuori dalla realtà e plasmando le giovani mente”. Carlton Douglas Ridenhour è un attivista, editore, produttore musicale, oratore che nel 1982, mentre studia grafica alla Adelphi University di New York fonda uno dei gruppi hip hop più influenti della storia della musica: i Public Enemy.

WEST vs EAST

Il 13 Settembre 1996 muore a Las Vegas ucciso da 5 proiettili sparati da un’auto un corsa Lesane Parish Crooks aka Tupac Shakur. Il 9 Marzo del 1997 fa la stessa fine a New York Christopher George Latore Wallace III aka The Notorious B.I.G. Sono il primo e il secondo tempo finale di una logorata faida che negli anni ’90 sconvolge la scena hip-hop americana. Da una parte quelli della “Bad Boy Records” di Puff Daddy, dall’altra la “Death Row di Dr. Dre e Suge Knight.

NOBODY LISTEN TO TECHNO

Detroit. La 8 Mile Road divide la città in due sotto ogni aspetto. Da una parte i ricchi e bianchi della city, dall’altra i neri delle baraccopoli. Marshall Bruce Mathers non è nero ma è come se lo fosse. Non solo perchè abita nella parte “sbagliata” di Detroit ma perchè è uno dei rapper più importanti della storia della musica, sicuramente quello che più di tutti ha segnato l’era contemporanea. Marshall Bruce Mathers è Eminem.

ISCRIVITI ALLA FANPAGE:

Articoli Correlati

Comments are closed.

SOCIAL