Kaskade è stato il Dj più apprezzato al Coachella 2015 e non ha ancora finito di stupirci. Ryan Raddon ha alzato il tiro e fatto una vera mattata: 5 show in 48 ore. Perché? ci domandiamo noi. Perché sì, risponderebbe lui.

Durante il fine settimana del memorial day il Dj si è fatto un giretto su 5 palchi tanto per divertimento, ma anche per soldi va senza dirlo. Lo speedy tour è cominciato a Las Vegas per due live set, poi si è spostato a El Paso, quindi una tappa al The Indianapolis 500 e infine a New York per l’Electric Daisy Carnival.  Ecco il live di N.Y.

Kaskade è riuscito a tenere sempre la sua energia, e quindi quella del suo pubblico nelle diverse città, sempre molto alta regalando grande divertimento a tutti dimostrando di essere uno di quelli della vecchia scuola che davvero ha non solo tempra fisica, ma anche idee divertenti e voglia di metterle in pratica. Dimostrando ancora una volta la teoria di Fatboy Slim, secondo il quale “i Dj non sono come i calciatori, non c’è un’età per smettere” 

“Questa è la due giorni più matta che ho mai fatto nella mia vita. Un weekend davvero incredibile”

Così Kaskade quasi al termine del suoi tour de force.

Ma come tutte le cose di oggi che non sono mai successe se non c’è video o foto a raccontarle ecco il video recap che racconta questo assurdo fine settimana e lo riassume in soli 4:33 montato sul remix di “Where Are Ü Now” di Jack Ü. Che fai, non te lo guardi?

Quello di Kaskade andrà inserito tra i record matti dei Dj ma per ora il Dj più resistente di tutti resta Norberto Loco con le sue 200 ore di dj set consecutivo. 

Se parliamo di lunghezza non possiamo non citare la canzone più lunga, quella di Thom Yorke che dura ben 432 ore consecutive.

ISCRIVITI ALLA FANPAGE:

Articoli Correlati

Comments are closed.

SOCIAL