top-dj-luna-parkNon è l’idea del secolo, però pensate tra un secolo cosa potrebbe essere la gente se la consolle fosse alla portata di tutti? Proprio nella quotidianità, al parco giochi per esempio, tra uno scivolo e un’altalena, il legno sagomato a forma di cavallo e le buche con la sabbia. Avremmo genitori annoiati col proprio figlio incollato sull’altalena che nel frattempo si fanno la loro selecta deep house, badanti che accomodano gente anziana sulle panchine e nel frattempo suonano trap a tutto volume.

Ora non si può fare, un giorno però si potrà. Cioè: si potrebbe.

Il merito – o la colpa – sarà di Yalp, design company olandese, che ha brevettato la prima consolle outdoor che si alimenta ad energia solare. La musica ovviamente la mette il dj, dal proprio smartphone.

Al telegiornale parlerebbero di ennesima invasione elettronica, i creatori invece di questa idea dicono: “è una chance per tutti i ragazzi per essere creativi sin da subito e soprattutto condividere i propri gusti e scambiare idee“. C’è chi sta già organizzando il primo Luna Park Block Party (e potrebbe essere Diplo). Ovviamente chiediamo da subito il cartello: “Fare il DJ non è un gioco” altrimenti gli integralisti poi, insicuri come sono, fanno le manifestazioni.

ISCRIVITI ALLA FANPAGE:

Articoli Correlati

Comments are closed.

SOCIAL