L’ambiente della dance elettronica è come un giardino nei primi giorni di primavera, dove ti giri c’è un fiorellino pronto a sbocciare. Ma prima che giunga la primavera ci sono le altre stagioni di cui occuparsi: quelle in cui la terra va smossa, quelle in cui la terra va seminata e quelle in cui la terra va bagnata. Questo per dire che il mestiere del Dj richiede studio, impegno e tanta inesauribile passione.

Abbiamo capito come riconoscere un Dj “patacca” ma come fare a diventare famoso e stimato? Martin Garrix sostiene che l’ideale è stare tante ore in studio a lavorare, ma non è sempre sufficiente. Bisogna essere pronti al momento giusto, con la canzone giusta, la faccia giusta e possibilmente un pubblico che sappia cogliere il vostro talento. Insomma, come in tutte le cose spesso la fortuna ha un ruolo fondamentale ma dura nel tempo se si vale davvero. Se sognate di diventare il prossimo fenomeno da club seguite questi suggerimenti preziosi

SIATE GIOVANI

Diciamo subito che se avete 28 anni probabilmente siete troppo vecchi per accaparrarvi il titolo di “fenomeno”. In Italia a 28 anni si è ancora considerati giovani, ma in Gran Bretagna o in America la competizione è già tesa ed è pieno di ragazzini di 15 anni che spaccano! Per quanto la bravura batta tutto, anche l’anagrafica è importante al giorno d’oggi. Non abbiate paura di essere troppo giovani per lanciarvi nel favoloso mondo del djing. L’importante è sentirsi pronti, avere qualcosa da dire. Se poi riuscite a mentire sull’età e togliervi un paio di anni di sicuro potreste ricevere maggiori attenzioni.

CONDIVIDETE CON CURA

Dopo aver passato un’intera nottata a creare, sperimentare e mixare il primo istinto è quello di condividere subito sui vostri social (Facebook, Soundcloud, Twitter) Sappiate aspettare. Lasciate decandare la vostra produzione per almeno un’altra giornata, poi riascoltatevi e valutate con onestà se non si possa fare di meglio. Siate instancabili!

CHI SONO I DAFT PUNK?

Non basta mettersi davanti al laptop e mischiare suoni più o meno a caso: per disegnare il futuro bisogna prima conoscere il passato. Studiate, ascoltate la musica dance, cercate di capire cosa c’è stato di buono negli anni ’70, ’80, ’90 e anche cosa buttereste. Guardate documentari, provate a mettere le mani su qualche vinile, insomma siate curiosi non solo del presente ma soprattutto del passato. Evitate di finire in uno di quei video dal titolo “Gente a caso che non sa chi siano i Daft Punk”

NON ABBIATE DUBBI!

Quali sono le vostre vere passioni? Questa domanda deve avere una risposta ben chiara, soprattutto dentro di voi. È inutile inseguire un sogno nel quale non si crede abbastanza: prima o poi ci si rende conto di aver faticato inutilmente. Soprattutto nella ricerca della vostra strada sonora avere le idee chiare vi aiuterà ad essere più autentici e a farvi apprezzare. Solo così capirete se potete accettare qualche compromesso, come produrre il disco di uno come Justin Bieber. È con voi che avete fatto un patto, tutti gli altri intorno a voi che vi vedrebbero bene a “fare”, “dire” e “suonare” non devono avere voce in capitolo.

DITE NO ALLE FOTO IMBARAZZANTI

In passato abbiamo visto delle foto imbarazzanti di aspiranti Dj che pur di mettersi in mostra hanno scelto la via dell’horror. Se volete promuovere la vostra immagine è molto meglio un semplice banale sorriso e se avete l’apparecchio ai denti meglio ancora!

SIATE DEI PRO

Un Dj per lavorare bene ha bisogno di una buona strumentazione: imparate a spendere bene i vostri soldi, non li sperperate per il primo gadget che esce sul mercato e valutate ogni pro e contro. Allo stesso modo se vi offrono un lavoro, anche se piccolo, siate professionali con tutti. Rispettate le vostre scadenze con il sorriso, anche quando avrete capito, troppo tardi, che l’incarico che avete accettato è più una scocciatura che un guadagno. Non fate le dive!

SIATE FOLLI!

Benny Benassi lo ha spiegato bene: “Ultimamente si sente suonare sempre la solita musica.” Allora voi distinguetevi, pensate fuori dagli schemi e create sfruttando le basi che vi sarete costruiti, giocate, divertitevi. Non scegliete sempre la soluzione più facile, alla lunga non paga. Fate in modo che la vostra creatività diventi anche flessibilità musicale, vi aiuterà a pensare in grande e a rendervi disponibili a collaborazioni felici.

PUT A SMILE ON YOUR FACE

Anche l’umiltà aiuta ad avere successo. Soprattutto quando si sta imparando e facendo la gavetta “tirarsela” non aiuta a farsi degli amici. Siate umili, fate richieste giuste e proporzionate al vostro valore, siate gentili anche quando dovete dire di no. Basta un attimo per finire dalle stelle alle stalle soprattutto in certi ambienti, se durante il vostro cammino verso il successo sarete gentili con tutti non potrà che tornarvi utile, sai mai che ti ritrovi ad essere simpatico al figlio di uno della Sony!

SCEGLIETE BENE IL VOSTRO NOME

Il nome da Dj è il vostro primo biglietto da visita: nei panni di “Puffo Dj” nessuno vi prenderà sul serio! Anche in questo caso c’è da metterci la testa per avere un nome che vi faccia sentire bene con voi stessi. Ecco i nostri consigli per scegliere il vostro nome da DJ 

NON DIMENTICATE LA GIACCA DI ECO PELLE

Anche l’occhio vuole la sua parte. Curate il vostro fisico e il look, senza esagerare ovviamente. Basta una giacca di pelle, o meglio di ecopelle, una t-shirt bianca e un paio di jeans e sarete sempre a posto.

ISCRIVITI ALLA FANPAGE:

Articoli Correlati

Comments are closed.

SOCIAL