Ogni TOP DJ che si rispetti ha nel suo background musicale una bella dose di hip-hop. E’ così per molti deejay che si sono avvicinati al mestiere a cavallo tra gli ottanta e i novanta, fulminati sulla via di Damasco dal turntablism, dallo scratching. Tra gli insospettabili c’è per esempio Bob Sinclar che spesso racconta i suoi viaggi in macchina da Parigi al Belgio per andare a comprare vinili nel suo negozio di fiducia. Era il 1987, suonava funky e hip-hop e si faceva chiamare Chris The French Kiss. Sempre in Francia, e sempre in quel periodo, un altro giovane francese si avvicinava al mondo della musica attratto dall’arte del campionamento di cui si nutriva magistralmente l’hip-hop della golden age. Il giovane in questione si chiama David Guetta e sarà un rapper, Sidney Duteil aka Sidney, il padrino dell’hip-hop francese, a cambiargli per sempre la vita. Sidney è un personaggione oltralpe: musicista, deejay, conduttore radiofonico, il primo conduttore nero della storia del canale France 2. Insieme al giovane Guetta nel 1991 produce “Nation Rap”. E’ il primo singolo della luminosa carriera di David Guetta e suona così. Lo avreste mai pensato?

 

ISCRIVITI ALLA FANPAGE:

Articoli Correlati

Comments are closed.

SOCIAL