top-dj-club-underground-New-York

È ora di basta a quegli artisti e pseudo artisti che salgono in metropolitana e si mettono a cantare, male, le canzoni di Laura Pausini o tutta la discografia completa di Gigi D’Alessio. I pendolari, quelli che tutti i giorni passano almeno 20 minuti dentro la metropolitana che vanno a lavoro oppure a ritirare l’assegno di disoccupazione hanno voglia di allegrezza e divertimento. A New York questo sentimento di tristezza metropolitana è così diffuso ed evidente che AMK Production ha pensato di organizzare un party sotterraneo.

“Nella metropolitana di New York il clima è glaciale, freddo” Con questo messaggio si apre il video nel quale si vede anche tutto il backstage di preparazione del party. Un Dj attrezzatissimo con laptop, console e casse allestisce il suo spazio mentre un buttafuori robusto tende il nastro rosso anche se poi farà passare tutti. C’è anche l’animatore pronto a tutto pur di portare un po’ di allegria tra i presenti che a quel punto si faranno trascinare nelle danze. Giovani, giovanissimi e anche signore piuttosto attempate. Alla fine ballano tutti. I passeggeri che assistono alla scena dalla banchina opposta non possono che invidiare gli invitati al party e dare la loro benedizione. Chissà cosa accadrebbe se si tentasse una cosa simile nella metropolitana di una delle nostre città.

Lo scorso anno un altro gruppo di festaioli fece un esperimento simile nella metropolitana di Londra, ma l’effetto fu ben diverso.

 

ISCRIVITI ALLA FANPAGE:

Articoli Correlati

Comments are closed.

SOCIAL